Aggiornamento sul futuro - venerdì 6 novembre 2020

Essendo la Lombardia entrata in "zona rossa" le Diocesi della Regione hanno deciso di sospendere, seguendo norme contenute nel DPCM 3 novembre 2020, la catechesi in presenza.Non vogliamo arrenderci di fronte a questa situazione. La Comunità Cristiana vuole continuare nel suo compito educativo.
Per questo ogni gruppo di catechismo si organizzerà per iniziare dei momenti di catechesi online.
Ovviamente la modalità online ha i suoi limiti e le sue difficoltà; per questo ci vuole anche la collaborazione dei genitori per riprendere gli incontri con piccoli e brevi "momenti domestici di preghiera", che possano aiutare la famiglia a crescere nel suo cammino di fede. Coinvolgere la famiglia significa esplorare anche altri luoghi propizi per la trasmissione della fede per allargare la proposta e per radicarla maggiormente nella vita quotidiana
Come ha detto Papa Paolo VI una cinquantina di anni fa: "I genitori vanno considerati come i primi e i principali educatori dei propri figli. Questa loro funzione educativa è tanto importante che, se manca, può difficilmente essere supplita. Tocca infatti ai genitori creare in seno alla famiglia quell'atmosfera vivificata dall'amore e dalla pietà verso Dio e verso gli uomini, che favorisce l'educazione completa dei figli in senso personale e sociale. La famiglia è dunque la prima scuola di virtù sociali, di cui appunto han bisogno tutte le società".

Per quanto riguarda la seconda elementare il primo incontro di Domenica 15 novembre è sospeso e rinviato a data da decidersi.

Per quanto riguarda gli incontri dalla Prima Media passeremo anche per loro alla modalità online, usando Google Meet.
Per la prima media ci collegheremo da sabato 7 novembre dalle 17 alle 18 circa (invieremo il link qualche tempo prima sui gruppi).
Per la seconda e terza media ci collegheremo da domenica 8 novembre dalle 17 alle 18 circa (invieremo il link).
Per gli Adolescenti e 18-19enni (scuole superiori) ci collegheremo da sabato 7 novembre dalle 18 alle 19 circa.

Sicuramente la scelta su come proseguire deve portare serenità nella catechista, nei genitori e nei bambini/ragazzi.
Per l’inizio dell'Avvento produrremo del materiale da inviare che aiuti nella preghiera.

Ringrazio tutti per l'attenzione e in particolare modo le catechiste e gli educatori per l'impegno che ci stanno mettendo in questo periodo.
Continuiamo sperando, progettando e sognando un futuro migliore per le nuove generazioni
Don Marco

Per informazioni o richieste scrivi a don Marco (o senti i catechisti e le catechiste)

Qui trovi la sintesi delle norme canoniche e civili circa il
COVID-19. Viene offerta una sintesi delle norme canoniche e civili attualmente in vigore nell’Arcidiocesi di Milano

Messaggio per i genitori dei bambini e ragazzi del catechismo

Aggiornato al
3 Novembre 2020

Buongiorno a tutti
Quest’anno scolastico e di catechismo inizia in maniera abbastanza complicata; giorno dopo giorno la situazione si rende sempre meno semplice. Insieme ad educatori e catechiste ci siamo interrogati circa l’opportunità di iniziare l’anno di catechismo. Insieme come oratorio abbiamo deciso di cercare di non abbandonare i bambini e i ragazzi; come oratorio abbiamo deciso, così come ha fatto la scuola, di non rinunciare al nostro compito educativo. Pensiamo siamo importante perseguire l’obbiettivo formativo per far crescere, come diceva don Bosco, “buoni cristiani ed onesti cittadini”, anche e soprattutto in questo tempo difficile.
Abbiamo deciso di sospendere in questo tempo gli incontri previsti con i genitori e adulti.

Abbiamo deciso di iniziare gli incontri di catechismo per la maggior parte in modalità online.

Negli incontri di catechismo in presenza che faremo ci saranno distanziamento, mascherine, igienizzazione prima e dopo, gruppi piccoli, ambienti grandi e dilazione nel tempo, secondo le modalità che vi sono state e vi verranno comunicate dalle catechiste. Il patto di responsabilità reciproca, che voi firmate con la parrocchia, vuole essere un impegno reciproco per cercare di incontrarsi in sicurezza.
Finché le norme regionali e statali lo consentiranno noi ci saremo.
Capiamo però anche le esigenze e i timori di alcuni di voi genitori nel far riprendere attività in presenza, chiediamo a ciascuno (come molti hanno già fatto) di comunicare le sue scelte e le sue problematiche alle catechiste o a me. Vogliamo cercare di venire incontro alle esigenze educative senza complicare la vita (già di per se complessa) a voi genitori che avete la responsabilità per vostri figli e per la vostra famiglia. Vorremmo però non togliere altri spazi di incontro dei bambini e dei ragazzi (nel caso anche online), di confronto e di crescita umana e cristiana.
Ogni gruppo con la sua catechista, confrontandosi con gli altri educatori e con me, ha deciso come proseguire al meglio nelle prossime settimane.
Grazie
Don Marco